Seghetto alternativo a rete elettrica: migliori prodotti di Novembre 2021, prezzi, recensioni

Hai deciso di acquistare un seghetto alternativo elettrico, ma prima di fare l’ultimo passo vorresti avere qualche informazione in più? Come saprai il seghetto alternativo è un dispositivo elettronico che consente il taglio, in maniera precisa e netta, di materiali e superfici di diversa tipologia. Il mercato offre diverse tipologie di seghetti alternativi, individuabili in base ai diversi parametri da considerare per fare una scelta ottimale.

Senza contare che le aziende produttrici si rivolgono non soltanto ai professionisti di settori lavorativi dove il seghetto alternativo ha un impiego costante, ma anche agli amanti del fai da te. Sono tante le persone, infatti, che nel tempo libero amano dedicarsi a lavoretti da utilizzare in casa, unendo l’utile al dilettevole. In questo articolo parleremo delle caratteristiche del seghetto alternativo elettrico, dei migliori marchi al mondo, delle fasce di prezzo disponibili sul mercato, nonché delle recensioni degli utenti che ne hanno provato le prestazioni.

Seghetto alternativo elettrico

Il seghetto alternativo, come detto, è un dispositivo pensato per il taglio di materiali e superfici differenti. In base all’alimentazione dell’apparecchio, distinguiamo tra seghetto alternativo elettrico ed il modello a batteria. Il primo, ovviamente, funziona per mezzo dell’energia elettrica. Il modo di accensione è semplice, intuitivo, e comune a tutti i dispositivi con cui condivide questa tipologia di alimentazione. È sufficiente inserire la spina nella presa di corrente ed accendere il dispositivo.

L’altro modello, di per contro, funziona per mezzo della carica della batteria, elemento esterno al dispositivo. Questa differenze in termini di alimentazione, si riverbera su aspetti pratici dell’attività svolta, in particolare sul luogo di lavoro (o dell’hobby). Infatti il seghetto alternativo elettrico è il dispositivo predefinito per essere utilizzato negli ambienti chiusi (officine, botteghe, cantieri, ed ogni altra alternativa).

Le migliori marche

È buona norma, per fare un buon acquisto, affidarsi ad un marchio noto ed autorevole, particolarmente affermato nel campo della tecnologia in generale e nella produzione di seghetti alternativi elettrici e non. Sono diversi i brand che si sono affermati a livello internazionale nella produzione di questo particolare device, e questo si traduce, per il consumatore, in un’ampia gamma di scelta, e per ciò che concerne i modelli, e per quanto riguarda le funzioni dei dispositivi e del loro prezzo. Ecco di quali marchi parliamo:

  • Hitachi
  • Alkpower
  • Makita
  • Bosch
  • Basatech 
  • Combo
  • Valex
  • Maury’s
  • Black & Decker
  • Armour
  • Einhell
  • Ryoby

I prezzi

Come detto, la grande varietà di marchi tra cui scegliere rende molto varia anche la gamma di prezzi disponibili sul mercato. D’altronde le aziende produttrici si rivolgono tanto al professionista quanto all’amante del fai da te, per cui questo significa che in commercio vi sono dispositivi anche molto differenti tra loro, in termini prestazionali e di funzioni aggiuntive, in quanto pensati per soddisfare esigenze diverse.

L’amatore, molto probabilmente, avrà aspettative meno elevate rispetto ad un professionista, che compra un attrezzo che gli consenta di svolgere tutte le operazioni che un cliente può pretendere dal suo lavoro. Pertanto il seghetto alternativo elettrico può avere costi molto differenti, proporzionali alla qualità del prodotto, che vanno dalla fascia economica a quella più elevata.

Recensioni

Anche le recensioni sono un elemento da non sottovalutare nella valutazione preliminare di un acquisto. Certo, ogni esperienza è a sé, e non è detto che un giudizio positivo o negativo effettuato da un altro utente sia corrispondente a quello che penseremmo noi dopo aver utilizzato il dispositivo. Tuttavia, v’è da considerare che nella media delle recensioni degli utenti emergono le reali caratteristiche del prodotto.

Ciò che rappresenta il reale pregio di un seghetto alternativo elettrico, secondo chi ha avuto modo di provarne le prestazioni, è la continuità di lavoro che assicura. D’altronde, non occorre preoccuparsi della durata della carica di una batteria. È sufficiente infilare la spina nella presa di corrente  e svolgere il proprio lavoro.

Altra conseguenza della modalità di alimentazione dell’attrezzo, è la semplicità di accensione, particolarmente apprezzata dagli amanti del fai da te. D’altronde chi non ha mai utilizzato in vita sua un dispositivo che va a corrente elettrica?

Svantaggi

Non vi sono particolari differenze di caratteristiche e funzioni tra modelli che si differenziano esclusivamente sulla base dell’alimentazione. Unico potenziale punto debole di un dispositivo che funziona a corrente elettrica è la difficoltà (o impossibilità) di usarlo all’esterno. Ovviamente l’energia elettrica non arriva ovunque, e vi sono degli spazi esterni nel quale non è possibile avvalersi di questo dispositivo.

Ma è pur vero che si tratta di un vantaggio-svantaggio soggettivo: chi prevede di lavorare sempre all’interno, o, di per contro, all’esterno, effettuerà la scelta in base a questa particolare esigenza. Un piccolo appunto per quanto riguarda gli amanti del fai da te. Chi ha questo particolare hobby, e talvolta si ritrova a lavorare in giardino, potrebbe avvalersi di una prolunga per portare la corrente elettrica all’esterno.

È bene specificare, tuttavia, che nonostante si possa adottare questo piccolo accorgimento, il seghetto alternativo elettrico non è il modello consigliato per lavorare all’esterno. Le prolunghe potrebbero creare problemi di intralcio, e soprattutto ostacolo in cui inciampare e cagionare incidenti lavorativi o domestici (a seconda dei casi).

Altri modelli

Scelto il modello sulla base dell’alimentazione ( e al luogo deputato alle proprie lavorazioni) occorrerà scegliere il modello di seghetto alternativo più confacente ai propri bisogni. Al pari dell’alimentazione dell’apparecchio, altrettanto importante sarà considerare la tipologia di materiali oggetto del nostro taglio.

Si tratta di un parametro particolarmente importante per il professionista, che rispetto all’amatore, più verosimilmente si troverà a lavorare con una particolare tipologia di materiale (si pensi al falegname). Al contrario, l’amante del fai da te, potrebbe essere orientato a scegliere un modello che, in linea di massima, è adatto a più tipi di taglio. In base alla forma della lama distinguiamo tra:

  • Seghetto a gattuccio: è il modello dalla lama classica, stretta e sottile, ed è indicato per varie tipologie di materiali;
  • Seghetto alternativo circolare: è il modello ideale per il taglio del legno (seppur possa essere usato anche per altri materiali). La lama è di forma circolare: mentre è in funzione, il lavoratore dovrà “appoggiarvi” la superficie da tagliare.

Classe 1994, laureata in lingue, amante della scrittura.

Sono una grande amante del bricolage e del fai da te. Tra le mie più grandi passioni c’è la scrittura: il mio obiettivo è quello di proporre ai lettori informazioni esaurienti e precise, espresse in maniera semplice e piacevole.

Back to top
menu
Scelta Seghetto Alternativo